I luoghi

Il Territorio degli Altaj – Алтайский край – e la Repubblica degli Altaj – Республика Алтай – sono i 2 soggetti amministrativi della Federazione Russa.

La Repubblica dell’Altaj è una repubblica della Russia, situata nel sud della Siberia ai confini con il Territorio dell’Altaj, il Kazakistan, la Cina, la Mongolia, Tuva, la Chakassia e l’Oblast di Kemerovo. Il territorio occupa circa 92.900 km quadrati è la popolazione conta 217.000 abitanti (dato del 1.1.2017).
La capitale è la città di Gorno-Altajsk. Altre città minori sono Majma, Koš-Agač, Turočak, Ongudaj, Šebalino, Ust’-Koksa, Ust’-Kan, Aktaš, Čemal, Kyzyl-Ozek, Ulagan, Ust’-Sema, Ust’-Ulagan, Čoja. Le principali attività di questa zona sono l’estrazione delle materie prime, di cui il territorio è ricco – manganese, oro, argento, piombo – le industrie di trasformazione – chimiche, ingegneria meccanica, metalli, alimentare, energia – gas, elettrico.

 


 
 
 
 
 
 
 
 

Il Territorio  degli Altaj, confinante a sud con la Repubblica dell’Altaj, è un territorio autonomo della Russia che si estende per 168.000 km quadrati e conta 2.350.000 abitanti; La capitale è la città di Barnaul. Montuosa e ricca di foreste a sud (monti Altaj), la regione è più fertile a nord dove prevalgono le colture di cereali, cotone e allevamento; inoltre gode di notevoli risorse del sottosuolo quali oro, argento, piombo, zinco, rame, ferro e carbone.
Specialmente nel distretto di Barnaul, ove sono copiose le riserve minerarie, l’industria ha avuto un forte impulso. L’agricoltura resta tuttavia un’attività di notevole rilievo, che contribuisce fra l’altro allo sviluppo del settore alimentare.

 

 

 

 

 

 

Una breve passeggiata nel Territorio degli Altaj

 La posizione geografica

il Territorio dell’Altaj è situato nella parte sud-est della Siberia Occidentale, al confine continentale Asia, a 3.419 km da Mosca; con i suoi 168.000 km quadrati è per estensione il 24° della Federazione Russa e il 10 ° del distretto federale Siberiano.

A nord confina con la Regione di Novosibirsk, a est con la regione di Kemerovo, a sud-est con la Repubblica degli Altaj, a sud-ovest e ovest con la Repubblica del Kazakistan, lungo un confine che si estende per 843 km.

Le caratteristiche climatiche

Il clima è temperato e nettamente continentale; è influenzato dai frequenti cambi di masse d’aria provenienti dall’Atlantico, dal Mare Artico, dalla Siberia Orientale e dall’Asia Centrale.

La predominanza di condizioni di scarsa nuvolosità comporta un notevole afflusso di radiazione solare, la durata del soleggiamento è in media di 2.000-2.300 ore all’anno.

Mediamente, le temperature massime di luglio sono all’incirca +26 – +28° C, mentre le minime di gennaio -20 –  -24°C con valori assoluti che possono raggiungere -50 – -55°C. Il periodo di gelo ha una durata di circa 120 giorni. Più secco e caldo è il clima nella pianura occidentale.

La neve sopraggiunge solitamente nella seconda decade di novembre per scomparire verso la prima decade di aprile. L’altezza del manto nevoso è in media di 40-60 cm, mentre nelle zone occidentali diminuisce fino a 20-30 cm.

Risorse idriche

Nella regione degli Altaj ci sono molissimi fiumi, da piccoli ruscelli fino ai più grandi fiumi della Siberia. I principali sono Ob, Biya, Katun, Alei, Čaryš, ma sul territorio ne scorrono 17.085, per una lunghezza totale di 51.004 km.

Il corso d’acqua principale è il fiume Ob la cui lunghezza all’interno della regione è di 493 km; l’Ob nasce dalla confluenza dei fiumi Bee e Katun. I suoi principali affluenti (di lunghezza superiore a 500 km) sono i fiumi Alei, Čaryše e Čumyš.

 
 

Sul territorio si trovano circa 13.000 laghi, di cui oltre 230 con una superficie di oltre 1 km2. I più grandi si trovano nella zona della steppa e sono il Lago di Kulunda – 728 km2, il Lago di Kuchuk – 181 km2, il Lago Gor’koye – 140 km2, il Lago Topol’noye – 76 km2, ed il Lago Yarovoye – 66,7 km2.

 
 

Un po’ di economia.. ma tanta agricoltura !

Nella struttura del prodotto regionale lordo sostanzialmente dominano la quota dell’industria, dell’agricoltura e del commercio. Queste attività costituiscono il 56,7% del totale. La crescita economica in provincia promuove favorevole clima imprenditoriale e aumento di attività delle imprese, lo sviluppo sociale, dei trasporti e delle infrastrutture di ingegneria.

Un moderno tessuto industriale presenta un’alta percentuale di industrie di trasformazione (oltre l ‘ 80% in volume della merce spedita) nei settori dell’alimentari, macchinari di produzione, chimica, impianti elettrici.

Il Territorio dell’Altaj è il più grande produttore biologico di prodotti alimentari in Russia. A fine 2017 è stato prodotto il 26% del volume di cereali di tutta la Russia, di cui circa il 54% di grano saraceno, il 42% di farina d’avena, oltre il 24% di orzo; circa l ‘11,5% di farina di cereali e legumi; oltre il 14% di formaggi e prodotti caseari, tra cui circa il 21% formaggi a pasta dura; più del 10% della pasta; circa l’ 8% di burro.

Il Territorio dell’Altaj è al primo posto nella Federazione Russa per superficie coltivata di cereali e legumi. Nel 2017 il raccolto di cereali e legumi è stato di 5 milioni di tonnellate (8° posto in Russia), con il tasso più alto in tutta la storia per il grano saraceno – 693,8 mila tonnellate. Inoltre, è l’unica zona dagli Urali fino all’Estremo Oriente, in cui viene coltivata la barbabietola da zucchero: sempre nel 2017 la produzione di barbabietola da zucchero è stata pari a 1,1 milioni di tonnellate.
Altrettanto sviluppata è la produzione di prodotti di origine animale, per la quale il Territorio dell’Altaj tradizionalmente occupa una posizione alta, rispetto a tutte le regioni della Russia. A fine 2017 sono state prodotte 1.400 mila tonnellate di latte (3° posto in Russia), 308,7 mila tonnellate di pollame e bestiame da macello a peso vivo (14° posto), 1.114 milioni di uova (16° posto).
E’ uno fra i più grandi produttori di manzo, bovini e vacche e suini.